Montefalco, tra Benozzo e Sagrantino nell’eco di Francesco

Montefalco, Benozzo pinse a fresco giovenilmente in te le belle mura che di amor per ogni creatura viva, fratello al sol come Francesco. Dolce come sul poggio il melo e il pesco, chiara come il Clitunno alla pianura, di fiori ed acqua era la sua puntura, beata del sorriso di Francesco.