I vini delle feste di thediwinecomedy.com: la sera del 24 dicembre all’insegna dei Castelli Romani

Care Amiche e Cari Amici,

è tempo di feste, di vacanze (non per tutti!), ed è quindi l’occasione giusta per stare in compagnia dei propri affetti, magari davanti a una buona bottiglia di vino.

In effetti il clima tipicamente invernale di questi giorni, invita a rimanere nella tranquillità domestica, cullati dal piacevole tepore familiare è poi una delle attrattive principali di questo periodo: quale occasione migliore per sperimentare una bottiglia di vino, magari una di quelle particolari, di cui abbiamo avuto voglia durante l’anno ma non abbiamo mai trovato il tempo di cercarle in enoteca.

Noi dello staff di thediwinecomedy non siamo da meno, così scriviamo questo post per raccontarvi quali sono state le nostre scelte, dettate, sinceramente, più da voglie estemporanee che da effettive corrispondenze con il menù (ricordate che il vino andrebbe invece sempre scelto in base al cibo che si vuol mangiare!).

Per la sera del 24 dicembre, tradizionalmente dedicata ad una cena di pesce, abbiamo optato per un vino autoctono, seppur internazionale nelle sue diverse declinazioni, la malvasia. La scelta è ricaduta su due delle migliori etichette: il Donnaluce 2016 di Poggio le Volpi e il Luna Mater Riserva 2016 di Fontana Candida.

Lo scenario è quello suggestivo dei Castelli Romani, dolci pendii di origine vulcanica alle porte della Città Eterna, dove la vite cresce in abbondanza: le due aziende si trovano  all’interno del territorio comunale di Monteporzio Catone.

Entrambe le etichette hanno ricevuto diversi riconoscimenti e hanno un rapporto qualità prezzo molto buono (noi abbiamo pagato il Donnaluce 11 euro e il Luna Mater 15 euro).

Donnaluce

Le aspettative molto alte sono state abbondantemente rispettate all’assaggio. Il Donnaluce è un vino sensuale già al momento in cui viene versato nel calice, con il suo colore dorato ricco di riflessi (fedele al proprio nome). Si apre un profumo magnifico, soprattutto fiori all’inizio, che però sono solo l’anticipo di un complesso insieme di sentori. Il sorso è avvolgente, caldo, ma bilanciato da una giusta dose di freschezza. La morbidezza la fa da padrona, e rimane in bocca per lungo e piacevolissimo tempo.

Luna Mater

Simile come colore il Luna Mater Riserva, e di nuovo molto complesso l’insieme dei profumi. La morbidezza è la caratteristica principale di questo vino, ma è equilibrata da una lunga scia sapida, dovuta alla mineralità del terreno dove cresce la vite; il gusto è molto, molto persistente. Fortunatamente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...