Il taccuino #8 rinascimento romagnolo

Viaggiare per l’Italia è sorprendente, la bellezza è così diffusa che non ce ne rendiamo conto, forse non siamo neanche predisposti a goderne. A Cesena c’è un vero gioiello del Rinascimento italiano, la Biblioteca Malatestiana: voluta da Malatesta Novello, si tratta della seconda biblioteca civica più antica del mondo e l’unica che si è conservataContinua a leggere “Il taccuino #8 rinascimento romagnolo”

Il taccuino #7 il traminer bulgaro

Un paragone un po’ bizzarro, ma essenzialmente vero: l’uva si comporta spesso come i pittori. Possono dare il meglio di sé esclusivamente in determinati territori oppure possono adattarsi bene anche in altri centri e, spesso, ne acquistano i caratteri. Quest’ultimo è il caso di un traminer che ho assaggiato qualche giorno fa, prodotto in Bulgaria:Continua a leggere “Il taccuino #7 il traminer bulgaro”

Il taccuino #6 il vino di Matilde di Canossa

L’Italia è il paese con più varietà di vitigni al mondo, sono centinaia. Una pluralità che si manifesta attraverso il proprio genius loci di ogni fazzoletto di territorio. La ricchezza, e allo stesso tempo la particolarità, sta nella possibilità di trovare un lungo elenco di specie autoctone, molte delle quali riscoperte negli ultimi anni eContinua a leggere “Il taccuino #6 il vino di Matilde di Canossa”

Il taccuino #5 il Colosseo

Domenica pomeriggio sono entrato all’ interno del Colosseo: magnifico. Sono andato per girare un piccolo video sul vino insieme a un mio amico ma ho avuto tempo di passeggiare un  dentro l’anfiteatro Flavio. Inutile descriverlo, anche se  la calda luce autunnale, tipicamente romana, che si irradia su questa struttura prossima ai 2000 anni è veramenteContinua a leggere “Il taccuino #5 il Colosseo”

Il taccuino #4 Il gusto del Piceno e il suo eccentrico pittore

Gli ultimi giorni sono trascorsi tra il lavoro e l’apertura di diverse bottiglie. Prima che pensiate che io sia un alcolizzato, a mia discolpa lasciatemi dire che è stato un periodo pieno di compleanni e di cene: settembre d’altronde è quel periodo dell’anno che serve a riallacciare i rapporti dopo la pausa estiva. In questaContinua a leggere “Il taccuino #4 Il gusto del Piceno e il suo eccentrico pittore”

Il taccuino #3 i Corsini

Metti una cena a Firenze in un bel locale Oltrarno, a pochi passi dalla Basilica di Santa Maria del Carmine con i suoi splendidi affreschi di Masaccio e Masolino. Come ogni città d’arte, specialmente d’estate, la sera il fascino è se possibile ancora maggiore: forse perché magicamente sparisce una buona parte dell’orda turistica o forseContinua a leggere “Il taccuino #3 i Corsini”

Il taccuino #2 sapori di Romagna

Ultimi scorci d’estate in questo week end romagnolo: in un clima festante per l’invasione dei tifosi del motomondiale, che si sono scolati ettolitri di birra, ho avuto la possibilità di assaggiare ottimi vini autoctoni. Una piacevole scoperta è stata quella del pagadebit (chlè ora) nome locale del bombino bianco: ho avuto modo di provare Strati,Continua a leggere “Il taccuino #2 sapori di Romagna”

Il taccuino #1

Il mese di settembre è sempre un periodo speciale per il vino: è il tempo della vendemmia, un miracolo della natura che ogni anno si ripete e ci dona il prezioso nettare. Ed è anche un momento importante per molte persone che riprendono le loro attività dopo la pausa estiva (quelli che hanno avuto laContinua a leggere “Il taccuino #1”

Falerno tra passato (molto antico) e futuro

Il 25 febbraio del 1787 durante il suo viaggio in Italia, Goethe in procinto di arrivare a Napoli appuntò queste parole: Nel pomeriggio una bella campagna uguale ci si schiuse dinanzi; la nostra via correva spaziosa tra campi di verde grano, simile a un tappeto e già alto una buona spanna. Nei campi sono piantatiContinua a leggere “Falerno tra passato (molto antico) e futuro”

Inseguendo donna fugata

Inseguendo Donnafugata: è il titolo di una mostra aperta fino al 22 luglio presso Villa Necchi Campiglio a Milano, una suggestiva rassegna incentrata sul vino della celebre azienda siciliana e sul suo illustratore, l’artista Stefano Vitale. I colori, i profumi e la straordinaria complessità, sotto ogni punto di vista, della Sicilia. Il mare, il vulcano,Continua a leggere “Inseguendo donna fugata”